FALEGNAMERIA MARRONE
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button

SERVIZI

falegnameria cucine su misura

Il legno si ricava dal tronco dell'albero mediante diversi sistemi di tagli per ricavare il maggior numero di tavole col minor spreco di materiale. Queste tavole vengono destinate a usi diversi secondo la zona del tronco da cui sono state ricavate. Il taglio del tronco viene fatto in modo da ottenere delle tavole che si alterino il meno possibile. Secondo la natura del tronco e dell'albero, viene applicato un sistema diverso anche per evitare eventuali spaccature e malformazioni nelle tavole.

Osservando una sezione del tronco d'albero possiamo notare le varie parti che lo formano. La parte esterna che copre tutto l'albero come una pelle, a volte sottile come nella betulla, a volte spessa come nel sughero, è la corteccia. Essa ha una funzione protettiva e la sua caratteristica strutturale nasce dal fatto di essere sempre esposta a tutte le variazioni climatiche ambientali. Questa parte dell'albero non ha molte applicazioni e usi, con la corteccia del sughero si fanno turaccioli e materiali isolanti, oggettini di artigianato e, affettata molto sottile, si usa anche nelle tappezzerie per pareti.

laboratorio falegnameria

Subito dopo la corteccia si trova una zona detta libro. Questa corona circolare può avere spessori molto vari secondo gli alberi, è fatta di fibre elastiche nelle quali circolano le materie nutritive dell'albero.

Dopo il libro troviamo un'altra corona circolare detta alburno, che è il legno vero e proprio ma ancora in via di formazione e quindi non lavorabile perché poco stabile e resistente.

macchinari falegnametria

Oltre all'alburno troviamo il legno vero e proprio, quello che si lavora per molti usi e viene anche denominato durame o legno vecchio (quello più interno) e si distingue dal resto per colore e compattezza.

Al centro di tutti questi anelli concentrici, come asse dell'albero, c'è il midollo che varia di dimensione e di densità secondo gli alberi e che, col tempo, può anche seccarsi, polverizzarsi, sparire.

 

Osservando quindi una sezione di tronco d'albero possiamo ormai vedere chiaramente le varie parti e anche distinguere il legno più forte che ha il colore più scuro e il legno più debole che è più chiaro.

Share by: