FALEGNAMERIA MARRONE
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button

REALIZZAZIONI

OBLO' legno

Uno dei legni più usati è l'abete, che può essere bianco o rosso, è molto frequente in italia, nelle zone montuose, nelle quali gi alberi formano grandi foreste. L'abete si distingue dal pino perché i suoi aghi sono spuntati e isolati lungo il ramo. Il legno di abete, biancastro o rossastro, ha pochissima resina e le venature sono piacevolmente decorative. L'andamento della venatura è lineare, la lavorazione facile. Un altro abete con venature molto più visibili e decorative è il douglas e lo importiamo dall'America settentrionale.


Un altro legno molto usato è il Pino, di cui esistono diverse varietà, il suo legno è di colore bruno chiaro tendente al giallo o al rosa. E' un legno di facile lavorazione, più resinoso dell'abete, elastico e resistente secondo la provenienza; il più resistente è quello delle Alpi.

tappezzerie per pareti.

mobili legno massello

Il Pino è un legno tenero, molto usato per fare modelli perché ha una pasta che si lascia lavorare in tutte le direzioni, ha un odore gradevole, il che non nuoce, anzi rende più piacevole la lavorazione. E' un legno che non s'imbarca e si può lucidare bene.

Un altro legno molto comune, col quale erano fatti i mobili dei nostri nonni, è il noce. Albero do origine orientale ma molto comune da noi, può arrivare ad avere un tronco di due metri di circonferenza. Il suo legno è pregiato, si lavora bene, è di colore marroncino e si trova in varianti chiare e anche molto scure. Ha venature marcate, è duro e compatto, abbastanza pesante ma elastico, si presta a finiture raffinate. L'unico suo grande nemico, come avrete sentito nella casa dei nonni, nel silenzio della notte, è il tarlo.

Il faggio da un legno che appena tagliato è di color giallo chiaro, e diventa rossastro quando è stagionato. E' un legno facile alle alterazioni fisiche e, come il noce, facilmente attaccabile dal tarlo.

Share by: